Escursione lungo il sentiero dei mulini
Escursione lungo il sentiero dei mulini

Cosa visitare a Conca della Campania? Innanzitutto i monumenti

Puoi visitare il castello principesco e l’annessa cappella dove era conservata una statua della Madonna della Libera, in pregiato legno risalente al 600; la collegiata di S. Pietro Apostolo del 500, che custodisce un affresco del 1570 raffigurante l’adorazione dei Re Magi, un coro in pregiato legno intagliato del ‘700, una tavola dell’Annunciazione risalente al 500 ed un trittico ligneo raffigurante la Madonna, S. Pietro e S. Paolo del 1519, firmato Rubens (o Rubeus) da Pietravairano; la chiesa dell’Annunziata, che custodisce un trittico con colonnine in legno intarsiate. Meritano una visita: Palazzo Galdieri Antonone, Casa Saraceno (‘700), che ospitò Mons. Saraceno vescovo di Lorima in Cina, Casa Mazzitelli, ricca di pregiati mobili antichi e di una biblioteca.

Cosa vedere a Conca della Campania? Le meraviglie della natura!

Meritano certamente una visita le cascate di Conca lungo il sentiero dei mulini, l’incanto naturalistico della fontana dei Lieti nella frazione Cave ed il Parco Pineta Galdieri Bartoli.

Cosa fare a Conca della Campania?

Esplorare i sentieri

Puoi esplorare sentieri sconosciuti sul vulcano spento di Roccamonfina. Attraversando castagneti secolari è possibile raggiungere il Santuario dei Lattani di Roccamonfina, alternativamente si può fare un’escursione sul Monte Friello (uno dei coni del vulcano di Roccamonfina) o lungo uno dei tanti sentieri di campagna. È consigliabile una guida.

Consigliamo, inoltre, di percorrere il sentiero dei mulini che, da Conca Centro, attraverso il borgo, porta agli antichissimi mulini sul fosso pubblico e poi alla cascata.

Andar per funghi e castagne

Puoi ricercare i prodotti gastronomici locali. Le castagne, con la varietà “tempestiva” rinomata in tutta l’Europa e futura IGT, sono tra i prodotti più importanti di Conca della Campania.

Se ti piacciono i funghi, sappi allora che questo è il regno indiscusso del porcino, anche se è possibile trovare squisiti ovuli, superbi gallinacci, preziose mazze di tamburo e il semplice e ottimo chiodino.

Praticare sport

Puoi praticare tennis, pallavolo, calcetto presso gli impianti comunali. Fare escursioni a piedi o in mountain bike lungo i sentieri del Parco Regionale Roccamonfina foce Garigliano. Gli amanti del podismo, inoltre, potranno godere di percorsi collinari e sterrati ottimi nei periodi pre agonistici.

Rilassarti

Conca della Campania potrai vivere lontano dal frastuono della città e rilassarti con lunghe passeggiate, apprezzando la cordialità della gente e gli usi e costumi locali!

Feste Patronali

È tradizione che in ogni frazione e contrada si accompagnino alle solenni celebrazioni religiose in onore dei Santi Patroni serate gastronomiche, spettacoli musicali e pirotecnici. In queste ricorrenze è possibile immergersi nelle tradizioni di Conca, cogliendo la ricchezza delle sfumature che caratterizzano anche il più piccolo dei centri urbani.

  • 25 Aprile S.Marco Evangelista (Piantoli)
  • 22 Maggio S.Rita Benedizione degli autisti e delle auto (Conca Centro)
  • Ultima Domenica di Maggio SS Filippo e Giacomo (Vezzara)
  • Ultima domenica di Luglio S.Giovanni Bosco (Pisciariello e Potete)
  • 15 Agosto Maria SS. Assunta (Cave)
  • 25 Agosto S.Bartolomeo (Catailli)
  • Prima domenica di Settembre Madonna della Libera (Conca)
  • Seconda domenica di Settembre Madonna Bambina (Orchi)